domenica 22 aprile 2012

Un nuovo alleato nel lavaggio capelli: FIENO GRECO (Methi)

Vi ho parlato un po' di tempo fa dello shikakai, terra lavante con la quale lavo i capelli.


Con il mio ordine a Spice of India, di cui vi ho fatto il post HAUL, ho comprato una nuova polvere, il FIENO GRECO, ma come vi dissi in quell'occasione ne sapevo poco quando niente.






Ho cercato di informarmi il più possibile su questa pianta (in commercio si trova sia in polvere che in semi), ma ho trovato davvero poco in giro. Più che altro si parla del fieno greco nell'ambito dell'alimentazione, viene usato come ricostituente nei periodi di convalescenza, per aumentare il peso corporeo, ma poco sull'uso nella cosmesi.


Allora ho fatto di testa mia e mi sono messa a sperimentare. Vidi un po' di tempo fa un video su YT nel quale una ragazza lo utilizzava per preparare l'hennè, cosa che proverò alla prossima tintura. Da lei ho imparato che il fieno greco a contatto con l'acqua produce mucillagini, le stesse per i quali viene fatto il gel ai semi di lino.


Per cui l'ho voluto impiegare nel lavaggio dei capelli in combo con lo shikakai.


Questa è la ricettina:


- 2 cucchiai di shikakai,
- mezzo cucchiaio di fieno greco
- mezzo cucchiaio di polvere di limone
- mezzo cucchiaio di KAPOOR KACHLI
- mezzo cucchiaio di alma.


Intruglio prima di essere messo sui capelli




Metto tutto in una ciotola e mischio per bene tutti gli ingredienti, poi aggiungo acqua a poco a poco ed inizio ad amalgamare, quando il tutto risulta omogeneo lascio per qualche minuto il composto, in modo che il fieno greco crei le mucillagini e non appena vedo che il composto è diventato cremoso e "gelloso" lo applico sui capelli bagnati. Lo distribuisco per bene su tutta la cute e massaggio massaggio massaggio e lascio agire per qualche minuto. Poi sciacquo, applico una puntina di balsamo, il mio amato SPLEND'OR al cocco e come sempre ultimo risciacquo acido con 1 cucchiaino di amido di mais e 1 cucchiaio di aceto di mele in 1,50 lt di acqua tiepida.




In questo modo, l'applicazione "sassolinosa" dello shikakai risulta più confortevole sui capelli, in quando viste le mucillagini che il fieno greco crea, lo shikakai scivola meglio sui capelli e rende il lavaggio il più simile possibile ad uno shampoo tradizionale.


Inoltre ho notato che questo metodo di lavaggio lascia i capelli puliti per più giorni. Di solito il lavaggio con solo shikakai dura intorno ai 3 giorni, 4 massimo. Invece con l'aggiunta di fieno greco si può arrivare addirittura a 5. Ho lavato i capelli mercoledì scorso e rilavati oggi, ma potevo tirare avanti anche fino a domani.


Altra cosa che mi piace del fieno greco è che crea volume ai capelli, non me li appiattisce alla radice. Cosa davvero fantastica, almeno per me che odio i capelli piatti e monotoni. Inoltre lascia i capelli vaporosi, non crespi, ma leggeri, morbidi, setosi e profumati con l'odore tipico di queste erbette qui ovvero l'odore che ricorda molto la camomilla.

 

Polvere di FIENO GRECO (Methi)




C'è solo un piccolo neo in tutto questo: il fieno greco odorato dalla confezione ha un'odore simile alla liquirizia ma amalgamato con l'acqua viene fuori una puzza che paragono ai legumi lessi, piselli più che altro. E la prima volta che l'ho usato ho portato questo odore sui capelli per 2 giorni. Qualcosa di terribile. Ma via via che l'ho usato ho cercato in tutti i modi di coprire questo odore e l'unica polvere che lo copre è il KAPOOR KACHLI, pianta utilizzata più che altro per dare profumo a maschere ed impacchi per capelli, oltre ad essere condizionante e stimolante per la crescita. In questo modo l'odore del fieno greco non si sente affatto.


Tutto qui ragazze, ho voluto condividere con voi questa mia piccola scoperta, visto che in giro si trovano davvero poche informazioni al riguardo di questa pianta. Quindi l'unico modo è sperimentare...


Vi mando tantissimi bacioni.








 

2 commenti:

  1. Ciao!innanzitutto volevo dirti che mi piace tantissimo il tuo blog e mi sono iscritta! :) il mio blog si occupa di trucco e bellezza, vorrei sperimentare anche io questi rimedi naturali indiani,però siccome ho una psoriasi al cuoio capelluto vorrei sapere se queste erbette vanno bene o no. Un Saluto! <3

    RispondiElimina
  2. Certo...male non possono fare ^_^

    RispondiElimina